Notre Dame e l’aiuto che non ti aspetti: gli “Assassini” al servizio della cattedrale ferita

Notre Dame e l’aiuto che non ti aspetti: gli “Assassini” al servizio della cattedrale ferita

18 Aprile 2019 0 Di il Cosmo

di Deborah Villarboito –

Notre Dame non è del tutto perduta. Sta di fatto che dovrà essere ricostruita in parte, oltre che rimessa in sicurezza. Molti mesi, se non anni per ritornare al suo splendore. Ma come ritrovare la storica bellezza? L’aiuto arriva dall’ambito che non ti aspetti. Se molti possono pensare che il mondo dei videogames sia solo business e perdita di tempo, oltre che di vista, dopo questa rivelazione si potrà ricredere.

Gli sviluppatori del videogioco Assassin’s Creed hanno dei modelli molto recenti di Notre Dame, che potrebbero aiutare nella sua ricostruzione. L’artista Caroline Miousse per ricostruire Parigi all’interno del gioco “Assassin’s Credd Unity” del 2014, ha speso due anni nello studio dei vari monumenti. La maggior parte di questo tempo è stato speso proprio per Notre Dame, analizzandone anche i singoli mattoni per offrirne una rappresentazione fedele ai giocatori del titolo che, proprio in funzione del realismo visivo, è tornato recentemente alla ribalta con una toccante iniziativa che ha visto diversi utenti tornare a giocarlo per rendere omaggio alla Cattedrale. È ovviamente ancora presto per fare una stima temporale, ma parliamo comunque di anni, se non di decenni, di lavori. La speranza è quella di, utilizzando questa ed altre fonti, ridurre il tempo necessario per recuperare una delle cattedrali più importanti e famose al mondo.

Inoltre, la dottoranda Hannah Groch-Begley ha ad esempio ricordato a tutti su Twitter che pochi anni fa lo storico Andrew Tallon ha realizzato una dettagliatissima scansione laser in 3D della Cattedrale. Il laser, montato su un treppiede, funziona proprio come uno scanner e secondo lo studioso crea un’immagine tridimensionale con un margine di errore massimo di mezzo centimetro. La realtà virtuale, insomma, potrebbe aiutarci a preservare un pezzo importantissimo di cultura e realtà analogica.

Inoltre, i gamers di tutto il mondo si sono uniti. Dopo l’incendio che ha devastato la cattedrale di Notre-Dame, i videogiocatori hanno deciso di esprimere la propria solidarietà al popolo francese con un omaggio tratto proprio da Assassin’s Creed Unity, ambientato nella Parigi della Prima rivoluzione. Su Twitter, infatti, la community ha mostrato la propria vicinanza alla nazione con alcuni video e foto che mostrano Notre-Dame prima della tragedia. Nell’opera di Ubisoft si nota l’incredibile riproduzione della cattedrale. Si tratta di uno dei monumenti meglio riprodotti nella storia dei videogiochi, nonché un esempio di incredibile meticolosità nella trasposizione digitale di un’architettura esterna e interna così complessa.