Aumenta l’Iva, aiuto!

Aumenta l’Iva, aiuto!

25 Aprile 2019 0 Di il Cosmo

di Alessandro Pignatelli –

Il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, ha ufficializzato l’aumento dell’Iva quando scatteranno le clausole di salvaguardia (nel 2020, dunque). Subito è scattata la simulazione di quanto pagheremo in più per i singoli prodotti, quelli di uso quotidiano, ma non solo, con l’Iva ridotta che dal 10 passerà al 13 per cento e con quella ordinaria che salirà dal 22 al 26,5 per cento.

Secondo il Codacons, al bar, un caffè non lo pagheremo più 90 centesimi, ma 93 centesimi (parliamo di prezzi medi). E il cappuccino – uno dei preferiti nelle colazioni degli italiani – verrà a costarci 1,23 euro invece di 1,23. Se vorremo farci una birra, dovremo tirare fuori dal portafogli 1,61 euro invece di 1,55. Accompagnata magari da una pizza Margherita che sfonderà quota 7 euro, passando da 6,85 a 7,04. Chi si accontenterà, nella pausa pranzo, di un tramezzino pagherà 2,37 euro invece di 2.30. Magari con una Coca-Cola, che si dovrà pagare 2,39 euro invece di 2,30.

Spostandoci al supermercato, nel reparto ‘igiene personale’, scopriremo subito che il nostro carrello peserà di più e il nostro portafogli di meno. Un dentifricio costerà infatti 2,80 e non più 2.70 euro; il sapone liquido per le mani aumenterà a 1,87 da 1,80 euro di oggi. Lo spazzolino da denti? Fuori 2,90 euro e non 2,80. Spostandoci alla spesa per i dolci, i biscotti frollini saliranno a 3,38 euro da 3,29; lo yogurt (due pezzi) da 1,55 a 1,60 euro. Restando sempre al supermercato, sei uova costeranno 1,28 euro e non più 1,25.

Se poi andiamo su spese più ‘grosse’, anche l’aumento diventa maggiore. Lo smartphone lo pagheremo 828 euro invece di 799. L’auto di media cilindrata da 16.775 euro salirà a 17.394. Il Suv di alta gamma da 61 mila a 63.250. Il tablet di prezzo medio andrà oltre i 300 euro (da 299 a 310 per la precisione). In crescita pure le scarpe da tennis, da 100 a 103,7 euro. Portare un pantalone in lavanderia avrà un prezzo di 4,15 euro e non di 4. Pure se decidete di farvi belle, donne, sappiate che i prezzi salgono. La messa in piega 16,6 euro invece di 16, il taglio 20,7 euro e non più 20. Il jeans di marca da uomo da 126 a 130,7 euro.

Mazzate pure per le bollette. E non potrebbe che essere così. Quella del gas da un prezzo medio di 1.096 euro arriverà a 1.126; quella della luce da 552 a 567 euro. Infine, se deciderete finalmente di svagarvi, mettendo un po’ da parte i calcoli su quanto spenderete di più di budget mensile, sappiate che pure al cinema dovrete farci i conti: il biglietto costerà 8,73 invece di 8,50 euro. Insomma, se sommate tutto, un salasso. Perché naturalmente qui abbiamo parlato solo di alcuni beni, ma ricordate che l’Iva è dappertutto.