La Pasqua insanguinata dello Sri Lanka e le violenze in casa

La Pasqua insanguinata dello Sri Lanka e le violenze in casa

25 Aprile 2019 0 Di il Cosmo

di Fabiana Bianchi –

• La settimana di cronaca di Cosmo si apre giovedì 18 con un terremoto nel governo: Armando Siri, sottosegretario ai Trasporti e membro della Lega, è indagato per corruzione. Con lui altre nove persone. Secondo l’accusa, il leghista avrebbe ricevuto tramite Paolo Arata, ex parlamentare di Forza Italia, 30mila euro per modificare una norma da inserire nel def 2018. Il provvedimento, così modificato, avrebbe favorito l’erogazione di contributi per le imprese operanti nel settore delle energie rinnovabili. La norma non è stata però approvata. Arata sarebbe stato in contatto (all’insaputa di Siri) con Vito Nicastri, imprenditore di spicco del settore eolico. Siri ha rigettato tutte le accuse, dicendosi pronto a farsi ascoltare dai magistrati per chiarire il tutto.

• Venerdì 19 occhi puntati sul Comasco: qui, infatti, per la prima volta, è stato celebrato un processo per associazione mafiosa. I giudici hanno inflitto nove condanne per un totale di oltre cent’anni di carcere. Secondo gli inquirenti, sui locali pubblici di Cantù ci sarebbero state le mani della ‘ndrangheta. La condanna più lunga, da 18 anni, è stata inflitta a un 32enne del posto. Altri due concittadini dovranno scontare 16 anni e mezzo, mentre altri sei imputati sono stati condannati a pene tra i 7 anni e i 4 mesi e i 9 anni e 8 mesi, per il reato di estorsione con l’aggravante del metodo mafioso.

• Sabato 20 si sono riaccesi i riflettori su un dramma consumato mercoledì, quando un bimbo di due anni è stato ucciso dalla madre in provincia di Frosinone. In un primo momento, la donna aveva raccontato che il piccolo era stato investito da un’auto, per poi confessare l’omicidio. Sabato è stato fermato anche il padre: secondo gli inquirenti, l’uomo potrebbe essere stato presente al momento dell’omicidio.

• La giornata di Pasqua è stata segnata dal terrorismo: nello Sri Lanka, 321 persone, fra cui 45 bambini, hanno perso la vita in una serie di attentati. Otto esplosioni, di cui sei in contemporanea, hanno colpito chiese e hotel. Nel mirino degli attentatori i fedeli cristiani. In seguito l’Isis ha rivendicato l’attacco, considerato una “vendetta” per gli attentati di Christchurch, in Australia, che il 15 marzo costarono la vita a 50 fedeli islamici.

• All’alba di lunedì, una donna romana di 39 anni è stata accoltellata dal marito di fronte ai figli e versa in gravi condizioni. L’uomo, un 59enne senegalese disoccupato, avrebbe colpito la moglie dopo averla accusata di un tradimento. Dopo averla rincorsa fino in strada armato di coltello, l’ha aggredita alle spalle ferendola gravemente al collo. A salvare la vita della donna è stata la figlia maggiore, che è riuscita a chiamare i carabinieri di nascosto. I militari hanno trovato l’uomo barricato in casa insieme ai tre figli, di 12, 8 e 4 anni, e l’hanno arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

• Martedì una donna di 50 anni è stata trovata senza vita nel suo appartamento, a Milano, in zona Sesto San Giovanni. La vittima presentava delle ferite compatibili con delle coltellate. A trovarla il marito, di 55 anni. Al momento l’uomo sembrerebbe estraneo alla vicenda. Gli inquirenti dovranno accertare se si tratta di un caso di omicidio o di suicidio.