Rossini: storia e ricetta del cocktail di primavera

Rossini: storia e ricetta del cocktail di primavera

25 Aprile 2019 0 Di il Cosmo

di Sabrina Falanga –

Vi abbiamo lasciato a “bocca asciutta” la settimana scorsa, il fuori salone del mobile di Milano ha tenuto il nostro barman molto impegnato, ma siamo tornati e pronti a soddisfare i vostri ospiti con un drink tutto Made in Italy semplice fresco e sopratutto di stagione: come sempre, l’intervista a Jonathan Bergamasco.
«Avete fatto caso, nelle ultime settimane, a quante fragole sono apparse sui banchi frutta dei supermercati e fruttivendoli della città? Beh, quale modo migliore di sfruttare un frutto così amato e accattivante se non preparando un buon Rossini.
Il Rossini è un cocktail tutto italiano, nato nella metà del XX secolo dalle geniale mente di Giuseppe Cipriani, barman dell’ Harry’s Bar di Venezia,, diventato famoso già per la creazione del Bellini e di un’altra serie di cocktail che collochiamo nella categoria sparkling drink.
Purtroppo, a differenza di altri famosi cocktails, il Rossini non gode di una storia affascinante o di una leggenda intrigante, l’unico accenno storico che abbiamo è sul suo nome, in onore del famoso compositore Gioacchino Rossini».

Ricetta:

Succo di fragole fresco 3cl
Prosecco/champagne a colmare
*zucchero liquido (solo se necessario nel caso le fregole fossero leggermente acide o poco saporite)

Preparazione:

Dopo aver lavato e tagliato la “testa” delle fragole, andiamo ad estrarne il succo utilizzando un *estrattore.
Ottenuto il succo fresco versiamo gli ingredienti, prima il frutto poi il prosecco, in un mixin’glass o in una caraffa e misceliamo con il bar spoon, a questo punto possiamo versare in un flûte ghiacciato cercando di creare uno strato di schiuma in cima.
garnish: fragole fresca

Cosa ci serve:
– Fragole fresche
– Estrattore
– Mixin’glass/ caraffa da acqua che a casa abbiamo sempre
– Bar spoon/ cucchiaio lungo da cucina
– Flûte
– amici amanti di frutta alcolica

Curiosità:
«Abbiamo scelto il Rossini (meno famoso del Bellini) perché in questa stagione le fragole sono un frutto molto presente.
scegliere prodotti stagionali ci aiuta ad avere (si spera) risultati migliori ad un costo più contenuto.
*io vi consiglio l’estrattore perché il risultato sarà un succo perfetto per la miscelazione a differenza del frullatore da cui possiamo ottenere un una polpa difficile da miscelare che galleggerà sulla superficie del bicchiere creando un effetto visivo poco invitante. Nel caso non aveste un estrattore potete usare il vecchio metodo della nonna, schiacciare le fragole e filtrate il succo oppure usate un passaverdure.
Infine se come la mia sfortunata sorellina, siete intolleranti o allergici ai frutti rossi,
Potete optare per il succo fresco di mandarini altro frutto di stagione molto presente.
Buona primavera a tutti!»