Giappone: con l’incoronazione di Naruhito inizia l’era “Reiwa”

Giappone: con l’incoronazione di Naruhito inizia l’era “Reiwa”

2 Maggio 2019 0 Di il Cosmo

di Martina Cera –

Il primo maggio Naruhito, erede al Trono del Crisantemo, diventerà Tennō del Giappone succedendo al padre Akihito, l’ultimo monarca al mondo a fregiarsi del titolo di imperatore.

La decisione di abdicare in favore del figlio è stata resa nota da circa un anno dalla stessa casa imperiale ed è dovuta alle precarie condizioni di salute dell’ottantacinquenne sovrano. Con lui si chiude la cosiddetta “era Heisei”, pace raggiunta, iniziata l’8 gennaio del 1989 con la morte di Hirohito, l’imperatore che alla fine del secondo conflitto mondiale firmò la “Dichiarazione sulla natura umana dell’imperatore”. Akihito, oltre ad essere formalmente il primo sovrano a sedere sul Trono del Crisantemo senza godere di prerogative divine, è noto per aver segnato un netto avvicinamento dell’istituzione imperiale al popolo giapponese, mettendosi al centro della vita istituzionale del Paese per quanto consentito dalla Costituzione. Storiche le sue scuse nei confronti di Corea e Cina per i danni causati dall’occupazione giapponese durante la guerra mondiale.

La cerimonia di investitura di Naruhito è il primo di una serie di appuntamenti gestiti dal Governo di Shinzo Abe, a cui spetta da tradizione anche la scelta del nome per la nuova era imperiale. La parola “Raiwa”, pace e armonia, composta come da consuetudine da due ideogrammi, è stata svelata alla nazione il primo di aprile dal capo di Gabinetto Yoshihide Suga.

“Proprio come i fiori annunciano l’arrivo della primavera dopo il freddo rigido dell’inverno e fioriscono splendidamente in tutta la loro gloria, tutti i giapponesi saranno in grado di far fiorire i loro stessi fiori, insieme con le loro speranze per il domani”, ha dichiarato il premier Shinzo Abe durante la cerimonia per l’ufficializzazione della nuova era, “Per questo abbiamo deciso di soprannominare la nuova era “Reiwa“. Il mio desiderio è che il nome di questa nuova era si radichi profondamente nella vita quotidiana del popolo giapponese.”