Atalanta verso la Champions

Atalanta verso la Champions

9 Maggio 2019 0 Di il Cosmo

di Franco Leonetti –

La trentacinquesima giornata del massimo campionato di Serie A ha regalato ancora colpi a sorpresa. Emozioni forti soprattutto in zona Champions ma anche la coda della classifica non si è dimostrata da meno, e così sarà fino all’ultimo minuto dell’ultimo turno. Le piazze Champions stanno letteralmente mettendo a ferro a fuoco i temi portanti del torneo, con una fantastica Atalanta che si sta dimostrando la variabile impazzita per l’Europa che conta. Gli orobici, battendo sonoramente la Lazio a Roma, hanno escluso i capitolini dalla possibilità di raggiungere il quarto posto, lanciando una volata mozzafiato.

La classifica parla chiaro, escludendo i Campioni d’Italia della Juventus già con il tricolore cucito sul petto, al secondo posto matematico si piazza il Napoli, poi comincia il rosario imprevedibile da sgranare. L’Inter, che non sa più vincere, mantiene il terzo posto ma viene insidiata da vicinissimo dalla banda Gasperini, solo un punto divide le due compagini nerazzurre, Inter 63, Atalanta 62, ovvero se gli uomini di Spalletti non accelerano rischiano di venire inaspettatamente risucchiati nel vortice. Milan, tornato finalmente ai tre punti, e Roma sono dietro a 59, mentre il Torino, che ha fermato la Juve nel derby, rimane a 57: una lotta esaltante, senza esclusione di colpi. Va detto con chiarezza, la Juventus sarà il vero arbitro per la quarta piazza Champions, visto che ha appena affrontato Inter e Torino e si appresta ad incrociare le armi, nelle prossime due partite, con Roma e Atalanta.

La Lazio è ancora in lizza per un piazzamento per l’Europa League, poi comincia la striscia di formazioni che non hanno più nulla da chiedere al torneo, parliamo di Sampdoria 49, Sassuolo e Spal 42, Cagliari e Fiorentina 40, con i viola che non vincono in A dal 17 febbraio, una vita fa insomma. Al Parma per la certezza servono ancora due punti, poi comincia la zona bollente. Il Frosinone, dopo il Chievo, è la seconda squadra retrocessa, una sorta di sentenza annunciata da mesi. Da qui in poi scatta la bagarre, Empoli 32, Udinese 34, Genoa 36, Bologna 37, uno di questi quattro club troverà la scomoda via della retrocessione.

Sulla carta l’Empoli ha il calendario peggiore, ma i toscani si giocheranno tutto nelle prossime tre gare, così come cercheranno di fare le altre contendenti, spicca la posizione di pericolo del Genoa, letteralmente inghiottito sul fondo classifica da risultati non positivi negli ultimi due mesi. Il prossimo turno vedrà partite di grande sostanza e interesse. Il big match è Roma-Juventus, ma l’interesse degli sportivi non mancherà di essere attirato da partite come Inter-Chievo, Atalanta-Genoa, Fiorentina-Milan, Bologna-Parma, Sampdoria-Empoli, Cagliari-Lazio e Torino-Sassuolo, dove almeno una delle contendenti ha bisogno di punti vitali per i propri obiettivi da conseguire, solo Spal-Napoli appare un match tranquillo dove i giochi sono stati fatti.

Buon campionato a tutti!