Una settimana di cronaca dalle tinte internazionali

Una settimana di cronaca dalle tinte internazionali

9 Maggio 2019 0 Di il Cosmo

di Fabiana Bianchi –

• La settimana di cronaca di Cosmo si apre con una tragedia: giovedì 2 maggio è arrivata da Capo Verde la notizia della morte di David Solazzo. Il giovane, di 31 anni, originario di Firenze, stava lavorando come cooperante per una ong. Le circostanze del decesso non sono ancora chiare: la prima ipotesi è quella di un incidente domestico in cui il cooperante sarebbe rimasto gravemente ferito, ma sulla dinamica permangono molti dubbi.

• Venerdì 3 una bambina di quattro anni è rimasta gravemente ferita in una sparatoria a Napoli, in piazza Nazionale. In condizioni gravissime anche un uomo di 32 anni. La bimba è stata operata d’urgenza: fortunatamente, la pallottola non ha colpito il cuore, ma i polmoni hanno subito lesioni e le sue condizioni sono apparse subito molto preoccupanti.

• Sabato 4 maggio un uomo è stato fermato per l’omicidio di un commerciante di Viterbo, ucciso il giorno precedente. Il 74enne è stato trovato senza vita nel suo negozio: era stato colpito ripetutamente alla testa. Grazie alle immagini fornite dalle telecamere, gli inquirenti sono risaliti a un 22enne di origine coreana con passaporto statunitense, che ha poi confessato durante l’interrogatorio.

• Domenica 5 è arrivato un importantissimo aggiornamento sul caso di Giulio Regeni, il ricercatore italiano ucciso in Egitto nel 2016. Secondo un testimone, un funzionario dei servizi segreti egiziani avrebbe raccontato al tavolo di un ristorante che il “ragazzo italiano” sarebbe stato sequestrato dagli stessi servizi segreti perché scambiato per una spia inglese. Le autorità italiane indagano.

• Lunedì 6 è arrivata una buona notizia dal Regno Unito: è nato il figlio del principe Harry e di Meghan Markle. Il quarto royal baby, primo figlio della coppia, è un maschio ed è venuto al mondo alle prime luci dell’alba a Frogmore Cottage. Pesava circa 3 chilogrammi e 200. La mamma e il bimbo, hanno fatto sapere da Palazzo, stanno bene.

• Martedì 7 un’imponente operazione dei Carabinieri e della Guardia di Finanza ha toccato il Piemonte e la Lombardia. Sono 95 le persone indagate. Secondo gli inquirenti, tra Milano e Varese, sarebbero stati attivi due sodalizi criminali costituiti da politici, imprenditori e amministratori pubblici. Fra le ipotesi di reato, corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio e turbata libertà degli incanti, finalizzati alla spartizione e all’aggiudicazione di appalti pubblici. Per 43 persone è stato disposto un provvedimento cautelare. Si ipotizzano associazione per delinquere aggravata dall’aver favorito un’associazione di tipo mafioso e finalizzata al compimento di corruzione, finanziamento illecito ai partiti politici, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, false fatturazione per operazioni inesistenti, auto riciclaggio e abusi d’ufficio.