Top e Flop… Luci e ombre del Campionato

Top e Flop… Luci e ombre del Campionato

30 Maggio 2019 0 Di il Cosmo

di Franco Leonetti –

La rubrica per focalizzare e imprimere nella memoria i momenti più belli e quelli più ombrosi che il campionato di calcio regala ai tifosi ad ogni turno, Una sorta di promemoria in pillole, per rivivere, in un flash, la giornata appena trascorsa.

Top

• Handanovic (Inter) e Dragowski (Empoli), parate sensazionali in una partita pazza, soprattutto il portiere empolese ha sfoderato 5-6 salvataggi incredibili che non sono serviti, però, ai toscani per rimanere in Serie A. Un vero peccato!

• Caprari (Sampdoria) sciorina una punizione perfetta che castiga la Juventus, imparabile all’incrocio. Quagliarella, a 36 anni si laurea capocannoniere con 26 gol, fantastico!

• L’addio di De Rossi (Roma), dimostra la totale miopia di una società in difficoltà e l’integrità di un grande uomo e grande calciatore, a lui va solo augurato il meglio

• Pavoletti (Cagliari) segna 16 reti in campionato e si dimostra il secondo attaccante italiano più prolifico nella graduatoria dei bomber, con ben 11 centri di testa

• Atalanta in Champions League. Un sogno, una cosa straordinaria, che nessuno avrebbe mai potuto anche solo immaginare ad agosto, quando gli orobici vennero estromessi agli spareggi per il tabellone principale di Europa League. Percassi presidente eccezionale!

Flop

• Grave gesto antisportivo dell’Inter. Mentre l’Empoli attacca a pieno organico, dalla panchina nerazzurra vola in campo un pallone per interrompere il forcing toscano. Episodio grave da condannare e punire!

• Fiorentina-Genoa è stata una gara squallida, che qualifica un certo tipo di calcio italiano: non farsi male in attesa che l’avversario terzo perda (Empoli). Stagione fallimentare di entrambe le contendenti

• Berardi (Sassuolo) si dimostra sempre troppo “fumino” di carattere. Strattona da terra De Roon (Atalanta), si fa espellere e condiziona fortemente la sua squadra. Quando crescerà?

• Pinsoglio (Juventus) esordisce da titolare a Genova contro la Sampdoria, e prende due reti, nessuna colpa da parte sua, sia chiaro, ma dispiace vedere il terzo portiere battuto così.