Donna On, donne che ispirano le donne nel business e nel privato

Donna On, donne che ispirano le donne nel business e nel privato

6 Giugno 2019 0 Di il Cosmo

Non chiamatelo semplicemente congresso: DonnaOn è uno stile di vita, un percorso ispirazionale e di accrescimento del proprio business. «In Italia oggi una start-up su due chiude entro i primi cinque anni di vita – spiega Carina Fisicaro, l’ideatrice del progetto – Noi vogliamo limitare questo processo in negativo e fare in modo che le donne non siano costrette a mettere di nuovo i loro sogni nel cassetto. Andando ad agire sulla vita privata dell’imprenditrice si modifica anche il suo business e si attiva un percorso di crescita esponenziale». 

Quello realizzato da Carina Fisicaro, life  e business coach specializzata nell’empowerment femminile, non è, infatti, un evento fine a se stesso che si esaurisce a marzo nella splendida cornice dell’Hotel Corallo di Riccione; DonnaOn è un processo di mentoring, un flusso di coscienza verso un risveglio delle proprie potenzialità latenti.

«La partecipazione a DonnaOn ha dimostrato un miglioramento imprenditoriale nell’arco dei dodici mesi del 70% – prosegue l’ideatrice – l’informazione acquisita nel corso del congresso si trasforma in formazione fattiva e continuativa per arrivare al successo». Per questo motivo, nei giorni scorsi, è partita ufficialmente l’Academy 2019 di DonnaOn che vede la partecipazione di oltre 40 professioniste che, coadiuvate da cinque mentori ognuna suddivisa per ambito di competenza (business, team building, relazioni, gestione del tempo, gestione del rapporto famiglia-lavoro), nell’arco dell’anno accresceranno il proprio business di oltre 50%.

A dirigere il percorso la stessa Fisicaro che, in soli tre anni, ha realizzato un format unico nel suo genere in grado  di cambiare la prospettiva a centinaia di donne sul territorio nazionale. Ma come funziona l’Academy? Le imprenditrici, suddivise in gruppo, seguono un percorso di live-coaching imparando dalla forza del team a superare le proprie credenze limitanti e a implementare il loro bagaglio imprenditoriale. Le professioniste, connesse tra loro, hanno infatti la possibilità di entrare in una community riservata e di scambiarsi opportunità lavorative. Academy ma anche mentor, dicevamo; sono sempre più numerose, infatti, le professioniste che, terminato il primo anno di academy, hanno scelto di proseguire in questa avventura di vita mettendosi al servizio delle “colleghe”.

Il tutto con un percorso strutturato e certificato. Se è vero che DonnaOn non è sinonimo di congresso, è altresì vero che la macchina organizzativa per la due giorni del 2020 si è già messa in moto. Tutte le speaker del prossimo DonnaOn seguiranno un percorso a loro dedicato con il quale potranno incrementare le loro abilità nel public-speaking e nella comunicazione strategica. 

Quello che va in scena a Riccione non è un corso motivazionale, bensì una 48 ore di formazione, di lavoro e riflessione, di incontri one to one, laboratori  e seminari, con consulenti altamente qualificate, coach, blogger, speaker nazionali ed internazionali per fare il pieno di energia positiva e arricchirsi professionalmente e personalmente. «Se è vero che l’informazione ci rende liberi è altrettanto giusto affermare che molte donne non sanno quali mezzi oggi possono avere a loro disposizione per riappropriarsi della loro leadership ed essere più consapevoli nel mondo in cui vivono e in quello del lavoro – rivela Carina Fisicaro – L’informazione qui si trasforma in formazione e si può mettere in pratica: una formazione di valore con valori.

Ho sempre sentito la necessità di creare un luogo in cui le libero professioniste non si sentissero più sole, ma che potessero avere una condivisione di valori e di capacità. Il palco della formazione ad esempio è prevalentemente maschile; mi sono chiesta “dove sono le donne?” Così, ho creato DonnaOn, partendo da zero e costruendo un format che potesse abbinare accrescimento professionale e benessere. Noi non vogliamo che le start-up chiudano, ma che aprano e crediamo nel valore aggiunto della community – chiosa la business coach – il Congresso serve proprio a connettere le donne accomunate da valori affini».