Chiara Ferragni, il topless e la Nazionale di calcio femminile

Chiara Ferragni, il topless e la Nazionale di calcio femminile

11 Giugno 2019 0 Di il Cosmo

Basta un seno nudo, per giunta coperto da una mano e da un braccio, per scatenare i social. Un milione di like, questo il risultato raggiunto per la foto scattata durante un ‘momento privato’ al Festival di Cannes da parte di Chiara Ferragni. Ecco, qui sta il succo della notizia: se un personaggio famoso si spoglia, se mette in evidenza le forme (che siano del lato A o del lato B poco importa), esplodono i ‘mi piace’. A dire il vero, questa è una constatazione un po’ triste. Quanti di quei follower hanno a casa, vicino a sé, probabilmente una donna anche più bella di Chiara Ferragni, ma preferiscono stare davanti allo schermo (di un pc o dello smartphone) per fare i guardoni?

L’influencer sapeva che con quello scatto avrebbe scatenato l’inferno. Scrivendo poi anche: “Seno piccolo, cuore grande’, e ammiccando in modo ingenuo. Reduce da lancio di una nuova linea di cosmetici e dal red carpet di Cannes, ora la fashion blogger è a Los Angeles da Fedez e dal figlio della coppia. Ma prima ha voluto omaggiare i suoi tanti seguaci con una foto che i siti hanno definito hot. Ripetiamolo per non sbagliare: non si vede praticamente nulla nella foto. Si intravvede, si immagina. Ma tanto basta.

Non è che Chiara Ferragni si comporti molto diversamente dagli altri vip, intendiamoci. Specialmente le donne sanno il potere che possono avere sugli uomini e d’estate, in particolare, ne approfittano. Non è neanche il caso di essere tanto bacchettoni proprio perché online si trova molto di più (e anche di meglio). Probabilmente sono anche i siti che rilanciano la foto a creare curiosità e ad attirare sguardi indiscreti.

Siamo ancora reduci dall’invasione di campo durante la finale di Champions League da parte di una ragazza che, da quel momento, pare essere diventata una star. Come? Grazie al fisico, al lato B in particolare, al coraggio di entrare in campo durante la partita tra Liverpool e Tottenham. Dice che alcuni giocatori dei Reds l’avrebbero contattata. Non esitiamo a crederlo. Era quello che voleva: la notorietà. Da quella finale, ne hanno scritto, ne hanno parlato, ci hanno regalato altri scatti della formosa ‘disturbatrice’ di calciatori. Ma pure in quell’invasione, in realtà, non c’era nudità estrema. Il costume intero era particolarmente sgambato, il seno prorompente si vedeva eccome. Ma abbiamo visto invasioni di campo con molti meno vestiti addosso. Eppure, la signorina ha macinato follower. Siamo davvero così attaccati, ormai, ai social da vivere le nostre giornate aspettando che qualche vip si spogli (anche solo un pochino?).

Voglio sottolineare, in questo rincorrersi di donne che cercano di fare carriera con il loro corpo, la bella risposta che arriva dall’Italia di calcio femminile. Hanno conquistato fan con il bel gioco, grazie ai piedi e alla testa. Meditate donne, meditate.

di Alessandro Pignatelli