Mercato al via tra panchine e rinforzi

di Franco Leonetti –

L’estate del calcio, anche in Serie A, è sinonimo di calciomercato: da ora in avanti tutte le squadre proveranno a migliorare i rispettivi organici, attraverso acquisti e cessioni nel corso della sessione estiva. L’apertura formale del calciomercato in Italia è fissata per lunedì 1 luglio. Di fatto il calciomercato è sempre aperto, con possibilità di portare avanti trattative in ogni momento, ma il deposito e la ratifica dei contratti presso la Lega Serie A saranno possibili solo dopo l’apertura ufficiale della sessione. Mentre la chiusura estiva giungerà lunedì 2 settembre. A differenza dello scorso anno, quando le trattative si chiusero prima dell’inizio della Serie A, la fine della sessione è stata nuovamente spostata dopo le prime giornate di campionato.

Ma in questo periodo tengono banco le panchine, soprattutto quelle di Juventus e Milan. Per i bianconeri la situazione di stallo continua, questa potrebbe rivelarsi la settimana decisiva con un duello chiaro: se Guardiola si libera dal vincolo onerosissimo del City arriva lui a Torino, altrimenti Sarri sarà la soluzione, non resta che attendere ancora qualche giorno. Al Milan, invece, con la conferma di Maldini a direttore generale, dovrebbe essere il turno di Giampaolo, il tecnico abruzzese, ex Sampdoria, è favoritissimo per prendere il posto di Gattuso. Semplici rimane a guidare la Spal, De Zerbi resta al Sassuolo, Andreazzoli, ex Empoli, è vicino alla panchina del Genoa, ufficialmente Fonseca siederà alla guida della Roma, Mihajlovic ha rinnovato e prolungato con il Bologna, la Sampdoria ha virato su Di Francesco invece di Pioli. Sul fronte mercato giocatori incominciano a materializzarsi le prime mosse, il Napoli ha messo sotto contratto il terzino Di Lorenzo, ex Empoli, reduce da una stagione brillante in serie A, e mira James Rodriguez, non riscattato dal Bayer di Monaco: Ancelotti lo conosce bene, avendolo allenato a Madrid.

La Juve ha preso Demiral, 21enne difensore turco del Sassuolo, giovane di grande presente e luminescente futuro, ci prova per Pogba e non molla la pista Chiesa, con il giocatore la società bianconera ha già l’accordo, ora tocca alla Fiorentina discutere con Paratici. Cancelo ha richieste dal Manchester City, mentre Benatia potrebbe rivelarsi un clamoroso cavallo di ritorno in quel di Torino, Cellino, presidente del neopromosso Brescia, allontana ogni velleità sul gioiello Tonali, affermando che non lo venderà nemmeno per un’offerta folle. Icardi attende di conoscere il suo destino, ma pare proprio che il futuro possa essere distante da Conte e dai suoi compagni in nerazzurro, rischia molto anche Nainngolan, giunto sotto il Duomo solo un anno fa e ancora con tre anni di contratto.

L’Inter di Marotta lusinga Bruno Fernandes, ultimo anno allo Sporting Lisbona e vecchia conoscenza del calcio italico per la sua militanza con Udinese e Sampdoria, mentre Barella è sempre più vicino ai nerazzurri. Veretout della Fiorentina piace al Napoli, ma ha richieste sia dall’Italia che dall’estero. Il Torino preme per avere Bogdan, difensore centrale del Livorno, in entrata sono arrivate due conferme importanti: i riscatti di Djidji e Ola Aina, mentre i granata incassano 6, 5 milioni di euro dalla Turchia, Ljajic è stato riscattato dal Beşiktaş.

Rispondi