L’Uovo di Giada: non (solo) un Sex Toy. Parola di Coach

L’Uovo di Giada: non (solo) un Sex Toy. Parola di Coach

27 Giugno 2019 0 Di il Cosmo

di Sabrina Falanga –

Torniamo, in questa rubrica, a parlare di piacere. E anche questa volta lo facciamo con Elisa Caltabiano, Coach del Piacere, la cui mission è aiutare le donne a riconnettersi con il loro corpo e la loro energia, attivando il piacere non solo nella loro vita sessuale ma in tutte le aree della vita.

Perché ho deciso di far intervenire Elisa in questa rubrica? Perché uno dei temi che più vengono affrontati, ma meno vengono affrontati (no, non è un errore di sintassi!) è proprio quello del binomio donna – piacere: sono ancora molte, moltissime le donne che faticano a parlare della loro energia sessuale e spirituale, creando così dentro di sé dei nodi che vanno a interferire con la loro capacità dii godere di ogni aspetto della vita.

Esattamente come dicevamo nella puntata precedente di questa rubrica insieme a Elisa, può capitare sia che la propria vita sessuale migliori perché si è andate a lavorare su altri ambiti sia che migliori la propria vita da quando, invece, si va a lavorare direttamente sulla propria sessualità.

Lo stesso mondo femminile è ancora ignorante in materia, nel puro senso del termine. Ma non è una colpa del genere: tra le tante cose che ci hanno insegnato e i tanti preconcetti con cui ci hanno fatto crescere, spiega la Coach, non c’è la capacità di prenderci cura del nostro organo sessuale bensì la sola capacità di “tenerlo pulito”, senza conoscerne parti e potenzialità. Eppure non è un segreto che stia proprio nella vagina il fulcro di tante delle energie umane di una donna: non è un segreto al punto che già tremila anni fa, tra le donne dell’antica Cina più acculturate e più nobili, esistevano e venivano utilizzati oggetti che non andavano solamente a risvegliare il piacere femminile ma anche ad allenare i muscoli dell’apparato genitale, per garantire una maggior energia femminile, spirituale e sessuale di una donna. Trattasi, tra questi, anche dell’Uovo di Giada: un piccolo ovetto che non solo andava a migliorare la vita sessuale delle asiatiche, ma che garantiva, anche a distanza di tempo, una miglior salute delle donne, poiché in grado di prendersi cura di sé.

Oggi, spiega Elisa, l’Uovo di Giada è spesso considerato un Sex Toy, ma in realtà è molto di più. C’è ancora molta diffidenza nei confronti di questa pratica e nonostante, come sopra detto, esista da secoli e secoli, si pensa sia una cosa nuova e, di conseguenza, ci si interroga ancora sulla darle o meno fiducia.

Ci sono molti momenti, dice la Coach, in cui una donna si trova “spenta”: dopo la nascita di un figlio, dopo un lutto… Ogni donna vive, nel corso della sua vita, esperienze che possono spegnere il suo flusso energico.

Elisa, come già avevamo raccontato, va a lavorare proprio su quella capacità di “ri-accensione” dell’energia femminile, sessuale e non (anche perché non si può pensare che la vita sessuale di una donna sia divisa dal resto della sua esistenza).

Tante delle situazioni in cui non avvertiamo lo stimolo al piacere, aggiunge la Coach, è perché non siamo connesse a noi stesse, sovente al nostro corpo. Non ci piacciamo, non ci riconosciamo. Ma il piacere, dice infine Elisa, è solo un pretesto: impariamo a riconnetterci con il piacere e ritroveremo noi stesse.

Proprio in merito a questo, Elisa terrà presto un corso, durante il quale sarà possibile anche utilizzare l’Uovo di Giada; ma non solo: esercizi sulla respirazione, passi di danza… Pratiche di diverso tipo che aiutano le donne a riscoprire sia il piacere sia se stesse. O, più efficacemente, il piacere di essere se stesse.

Un corso online, quello che terrà Elisa, al quale si può accedere in vita preferenziale iscrivendosi alla sua newsletter (andate sul suo sito: viviaccesa.com).

Le donne passano la vita a vergognarsi, conclude Elisa. A vergognarsi del loro aspetto, del loro piacere. La passione è, per loro, un ricordo sbiadito. 

È ora di riconnettersi a se stesse. Alla vita.