La settimana di Carola Rackete con uno sguardo all’Europa

di Fabiana Bianchi –

• La settimana politica di Cosmo si apre giovedì 27 con l’approvazione del decreto crescita al Senato. Il provvedimento è quindi diventato legge con 158 voti favorevoli, 104 contrari e 15 astensioni. Fra le misure più rilevanti contenute, la possibilità di accedere al fondo per il credito alle imprese in concordato preventivo (vi rientra anche il caso Mercatone Uno), nuove norme sulle pensioni e misure a sostegno dell’editoria.

• Venerdì 28 occhi puntati sulla Sea Watch 3. Mercoledì la nave, guidata dalla comandante olandese Carola Rackete, è entrata nelle acque territoriali italiane per attraccare a Lampedusa malgrado il governo italiano l’avesse vietato. Due giorni dopo, la capitana è stata iscritta nel registro degli indagati: le ipotesi di reato erano favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e di rifiuto di obbedienza a nave militare.

• Sabato 29 è stata ancora Carola Rackete la protagonista delle cronache. In serata la comandante della Sea Watch 3 è stata arrestata e per lei è stata disposta la detenzione domiciliare. Interrogata, Rackete ha affermato di avere agito per stato di necessità e di non avere speronato volontariamente la motovedetta della guardia di finanza che si era frapposta fra la sua nave e la banchina. In seguito, martedì 2 luglio, il gip ha scelto di non convalidare il suo arresto: la comandante è stata quindi liberata.

• Domenica 30, all’indomani del G20 di Osaka, il premier Giuseppe Conte si è espresso con ottimismo per quanto riguarda l’ipotesi di una procedura di infrazione contro l’Italia da parte dell’Unione Europea per la questione deficit. Il presidente del consiglio ha ribadito la necessità di evitarla e ha sostenuto di avere fatto il possibile in questa direzione. Gli ha fatto eco il ministro dell’Economia Giovanni Tria: «Sulla base delle cifre, possiamo attendere un giudizio positivo».

• Lunedì primo luglio sono arrivate notizie abbastanza positive dall’Istat. A maggio il tasso di disoccupazione ha toccato il 9,9%: si tratta del dato più basso registrato dal 2012. Cala anche quella giovanile, pur rimanendo molto alta: è a quota 30,5%. Il tasso di occupazione è salito al 59%. Tuttavia, l’Italia rimane ancora molto in basso nella classifica dei paesi dell’Unione Europea per quanto riguarda l’occupazione.

• Martedì 2 luglio, dopo lunghe trattative, l’Unione Europea ha annunciato le nuove nomine. Alla tedesca Ursula von der Leyen, già ministro della Difesa, è stato affidato il ruolo di presidente della Commissione. Sono vicepresidenti vicari Frans Timmermans e Margrethe Vestager. Il presidente del Consiglio è invece Charles Michel. Joseph Borrell è Alto rappresentante per la politica estera. Christine Lagarde, francese, guiderà invece la Bce.

• Mercoledì 3 l’italiano David Sassoli è stato eletto alla presidenza del Parlamento Europeo. Esponente del Partito Democratico, con una carriera giornalistica alle spalle, nel suo discorso di insediamento ha trattato diversi argomenti caldi:

Rispondi