Dai disastri naturali alla cronaca giudiziaria: i fatti della settimana

Dai disastri naturali alla cronaca giudiziaria: i fatti della settimana

11 Luglio 2019 0 Di il Cosmo

di Fabiana Bianchi –

• La settimana di cronaca di Cosmo si apre giovedì 4 con un’imponente operazione dei carabinieri di Milano e Varese e dalla Procura di Milano. Gli inquirenti hanno appurato che la ‘ndrangheta aveva messo le mani su diversi parcheggi dell’aeroporto di Malpensa. L’indagine “Krimisa” ha condotto all’esecuzione di 34 misure cautelari in tutta Italia. Il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso viene contestato anche a un consigliere comunale.

• Venerdì 5 è arrivata la notizia della condanna del sindaco di Milano Giuseppe Sala, come ex amministratore delegato di Expo. La condanna a sei mesi è stata convertita in 45mila euro di multa. L’accusa è la retrodatazione di due verbali: prevedevano la sostituzione di due componenti della commissione di gara per l’assegnazione dell’appalto della Piastra dei servizi, per incompatibilità. «Credo che una sentenza del genere dopo 7 anni per un vizio di forma allontanerà tanta gente per bene dall’occuparsi di cosa pubblica» ha commentato il sindaco, che proseguirà nel suo mandato.

• Sabato 6 un terremoto di magnitudo 7,1 ha colpito la California. Il sisma è stato registrato poco dopo le 5 del mattino (ora italiana). L’epicentro era nel deserto del Mojave. Si tratta della scossa più forte registrata negli ultimi vent’anni ed è stata seguita da almeno 16 scosse di assestamento. Il sisma ha causato diversi danni, soprattutto blackout, fughe di gas e rotture di tubazioni. Ci sono stati diversi feriti.

• Domenica 7 il nord Italia è stato investito da un’ondata di maltempo. Mentre al sud le temperature toccavano dei picchi record, l’Italia settentrionale è stata flagellata da temporali e grandine di grossa dimensione. A essere segnato è stato in particolare il Veneto, dove il vento ha raggiunto la velocità di 100 chilometri orari. Proprio a causa delle violente raffiche, si è rischiato un grave incidente a Venezia: una grossa nave da crociera ha rischiato di entrare in collisione con altre imbarcazioni all’ancora.

• Lunedì 8 a Molfetta, in Puglia, si è chiusa un’indagine della guardia di finanza sui cosiddetti “furbetti del cartellino”. Secondo gli inquirenti, era in vigore un sistema per timbrare il cartellino malgrado l’assenza dal lavoro all’ospedale “don Tonino Bello”. Trenta persone sono indagate, di cui 12 arrestate e uno con obbligo di dimora. Le ipotesi di reato sono quelle di truffa aggravata ai danni di ente pubblico, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale, abuso d’ufficio e peculato.

• Martedì 9, nella notte, si è consumata una storia di violenza in famiglia. Un uomo di 35 anni di origine rumena è stato trovato dagli operatori del 118 sul pavimento del bagno di casa sua con una profonda ferita al torace, in gravi condizioni. In casa con lui solo la compagna, connazionale 45enne, e nel lavandino due coltelli sporchi di sangue. La donna ha dichiarato che il compagno era tornato a casa ubriaco e che da lì era scaturita una lite, ma di non ricordare nulla del ferimento.