Patrick e il Baseball: Sognando il diamante più prezioso

di Deborah Villarboito –

Da grande sogna di giocare come professionista nei Toronto Blu Jays. Patrick Silva, nella bellezza dei suoi 10 anni vive lo sport con emozione e uno slancio in più. Fresco vincitore del titolo europeo 2019 con la Nazionale Under 12, ora si gode un po’ di vacanza. Un Europeo vissuto in parte da protagonista quello giocato in Repubblica Ceca tra giugno e luglio, dopo la prima convocazione in Nazionale e un campionato con il club di casa da urlo. Figlio d’arte, il padre Conrado allena ed è un ex giocatore, era il più giovane del roster ed è stato inserito come lanciatore partente nella finalissima contro l’Olanda.

«È stata un’esperienza bellissima anche se avevo un po’ di ansia, soprattutto quando mi hanno messo come lanciatore partente della finale contro l’Olanda – racconta il giovane Silva – ma anche rappresentare la mia nazione è stata una forte emozione». Se già per gli adulti vincere un titolo internazionale è motivo di orgoglio e soddisfazione, si deve provare ad amplificare la sensazione attraverso gli occhi di un bambino che a settembre inizierà le scuole medie: «Vincere la finale contro gli olandesi e festeggiare con i miei compagni sarà indimenticabile, come anche la sensazione della prima partita per cui avevo timore – spiega – contro il Belgio è stato il mio primo incontro europeo. Poi lì i campi sono bellissimi e curati, giocarci è stato bellissimo».

Grandi aspirazioni di un piccolo talento che si realizzano pian piano: «Si è avverato un mio sogno e aver rappresentato la mia nazione per me è stato un impegno molto importante – continua Patrick, che aggiunge – da grande vorrei andare a giocare in America nella mia squadra preferita: i Toronto Blu Jays». Il baseball, sport che ormai pratica da cinque anni e di cui predilige il ruolo di ricevitore: «Prima facevo atletica e poi ho iniziato a vedere le partite di mio padre e ho detto “proviamo il baseball!” e mi sono innamorato». Un amore puro degno dell’età di Silva, che lo lega al suo sport nel modo più genuino: «Quando gioco a Baseball provo felicità e gioia infinita perchè è il mio sport preferito». 

Rispondi