Cani in spiaggia: Aidaa, ecco le regole da rispettare

di Alessandro Pignatelli –

Ogni Comune delibera in modo diverso sui cani in spiaggia. Oltre 3 mila le ordinanze emesse anche da capitanerie di porto, province e regioni, a cui si aggiungono i regolamenti degli stabilimenti balneari. In totale, una vera e propria babele di norme, più di 18 mila. Come fare per orientarsi? L’Associazione italiana difesa animali e ambiente (Aidaa) fa sapere che le spiagge sono vietate agli amici a quattro zampe solo se ci sono cartelli chiaramente esposti.

Chiariamo dunque il primo punto: se accompagnati dal padrone, i cani non possono essere cacciati da una spiaggia pubblica o dalla battigia. Naturalmente, se non ci sono cartelli espliciti di divieto. Capitaneria di porto e vigili urbani sono le uniche forze dell’ordine che possono rivolgersi al proprietario di un cane, invitando ad allontanarsi, ma non prima di aver informato della presenza dell’ordinanza di divieto. In pratica, non è sufficiente la comunicazione verbale. “I vigili devono mostrarvela e indicare chiaramente il numero di ordinanza e la scadenza, in quanto molte ordinanze contengono divieti solo parziali, limitazioni orarie o riferite a singoli giorni della settimana”. Il rifiuto di mostrare le ordinanze viene considerato “reato di omissione di atti di ufficio”. 

Se si incorre in una multa, sul verbale vanno annotate la motivazioni che vi hanno spinto a rimanere in spiaggia: mancanza di cartelli di divieto o indicazione del numero di ordinanza o data di divieto dietro ai cartelli, oppure interventi poco corretti da parte di chi deve controllare la spiaggia. In questi casi, la multa può essere impugnata davanti al giudice di pace.

Ci sono naturalmente dei doveri da parte del proprietario dell’animale: tenerlo al guinzaglio, raccogliere le deiezioni, evitare di liberare il cane in presenza di bambini o di altri soggetti a rischio o in presenza di altri cani. Da evitare l’esposizione prolungata dell’animale al sole per preservarlo da problemi di salute. 

Rispondi