I due volti dell’essere umano fra stragi e salvataggi

I due volti dell’essere umano fra stragi e salvataggi

8 Agosto 2019 0 Di il Cosmo

di Fabiana Bianchi .

• La settimana di cronaca di Cosmo si è aperta giovedì primo agosto con l’arrivo della nave Alan Kurdi, della ong Sea Eye, a sud di Lampedusa. L’imbarcazione il giorno precedente ha soccorso 40 migranti, trovati su un gommone al largo della Libia. Fra di loro anche un bimbo di tre anni ferito da un’arma da fuoco, altre due bimbi e due donne, di cui una in gravidanza. L’Italia ha vietato l’attracco e dopo tre giorni i migranti sono scesi a Malta: verranno accolti da diversi paesi europei.

• Venerdì 2 la ong spagnola “Open arms” ha salvato 69 migranti in mare. Fra di loro, tre donne in stato di gravidanza, di cui una al nono mese. I membri dell’equipaggio hanno denunciato anche la presenza di numerose persone con segni di torture subite in Libia. Si è trattato del secondo salvataggio nell’arco di 24 ore effettuato con l’imbarcazione, che ha ospitato così a bordo un totale di 124 migranti.

• Sabato 3 sette persone sono state arrestate dai carabinieri per la strage di Corinaldo. I fatti risalgono all’8 dicembre, quando sei persone persero la vita all’interno di una discoteca nell’attesa dell’inizio del concerto del rapper Sfera Ebbasta a causa del dilagare del panico per la presenza di spray al peperoncino. Sei degli arrestati, tutti giovani fra i 19 e i 22 anni residenti in provincia di Modena, sono accusati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti con strappo e rapine, omicidio preterintenzionale, lesioni personali e singoli episodi di rapine e furti con strappo. Secondo le indagini, il gruppo sarebbe stato specializzato in furti e rapine all’interno delle discoteche. Una settima persona è stata invece accusata di ricettazione.

• Domenica 4 sono arrivate in rapida successione dagli Stati Uniti le notizie di due stragi. La prima è avvenuta a El Paso, in Texas. Qui, intorno alle 10 del mattino di sabato, un ventenne ha fatto irruzione con un kalashnikov in un centro commerciale. Hanno perso la vita sotto i proiettili 22 persone, fra cui quattro bambini. I feriti sono all’incirca venti. Secondo le prime indagini, il terrorista sarebbe l’autore di un manifesto contro l’”invasione ispanica” del Texas. Il ventenne è stato fermato. Poche ore dopo, all’una di notte, un altro massacro ha insanguinato Dayton, in Ohio. Un 24enne ha sparato fuori da un bar, uccidendo nove persone, fra cui sua sorella, e ferendone altre 27. Il killer è stato ucciso dalla polizia, che è ora sulle tracce di un presunto complice.

• Lunedì 5 Matteo Ferrari, un giovane di 18 anni, ha perso la vita. Nella notte tra sabato e domenica, il giovane stava viaggiando a bordo di uno scooter con l’amico Luca Carissimi, di 21 anni. Secondo la ricostruzione degli inquirenti il mezzo sarebbe stato speronato volontariamente da un’auto condotta da un 33enne con cui c’era stato un diverbio in discoteca. Luca Carissimi è deceduto sul colpo, mentre l’amico è spirato in ospedale.

• Martedì 6 un giovane di 26 anni, di origine marocchina, è stato fermato con l’accusa di avere ucciso a coltellate il padre di 62 anni. L’omicidio è avvenuto nella tarda serata di lunedì a Capanne di Montignoso, nella zona di Massa Carrara. Il giovane è stato fermato dopo diverse ore. Secondo la ricostruzione, fra i due sarebbe scoppiata una lite, poi degenerata, mentre si trovavano nel parcheggio davanti a casa.