Top e Flop… Luci e ombre del Campionato

di Franco Leonetti –

La rubrica per focalizzare e imprimere nella memoria i momenti più belli e quelli più ombrosi che il campionato di calcio regala ai tifosi ad ogni turno, Una sorta di promemoria in pillole, per rivivere, in un flash, la giornata appena trascorsa.

Top

• L’immagine più bella, la sensazione più commovente vista nella prima giornata di campionato è la presenza di Mihajlovic in panchina a Verona. Forza Sinisa!!

• Il gol di Dzeko (Roma) contro il Genoa è una perla che contiene tutta l’essenza calcistica di un attaccante: difesa della palla, fisico, dribbling a saltare tre uomini e rete nell’angolino: superbo!

• Igor (Spal) è un ragazzo brasiliano ventunenne appena sbarcato in Italia. Nell’occasione del gol di Petagna effettua 6 doppi passi 6, poi mette in mezzo dove trova il suo compagno, che spinge in rete. La Spal perde la partita ma sentiremo parecchio parlare di questo giovane virgulto

• Becao (Udinese) al suo esordio in serie A, regala ai friulani un gol che condanna il Milan alla sconfitta. Se il buongiorno si vede dal mattino…

• Muriel (Atalanta) capovolge il risultato a Ferrara con un gol di precisione e una rasoiata da fuori area, tutto in pochi minuti: morale, l’Atalanta porta a casa una vittoria insperata fino a quel punto.

Flop

• Inconcepibile, inammissibile, nauseante l’errore dell’arbitro Massa e del varista Valeri. A Firenze, Mertens (Napoli) si tuffa in area, senza alcun contatto subìto, e gli viene regalato un rigore inesistente. Errore di supponenza da parte dell’arbitro mentre al Var qualcuno dorme profondamente. Parte malissimo la nuova stagione per la categoria arbitrale: voto 2 ad entrambi!

• Il rigore a favore del Brescia a Cagliari, decisivo per il risultato, è un capolavoro di confusione dettato dalle nuove regole sul fallo di mano. O si chiarifica la normativa o ad ogni tocco di mano, in area, si scatenerà l’inferno delle interpretazioni arbitrali

• Il Milan va ad Udine, perde, e nell’arco dei 90 minuti non effettua un tiro in porta. Preoccupante per i tifosi rossoneri

• La Roma non gioca male ma patisce una fragilità difensiva congenita: 3 gol subiti dal Genoa, arriva solo un pareggio casalingo al debutto

• Nkoulou (Torino) chiede a Mazzarri di non venire schierato in campo perché non “c’è con la testa”. Prevista una maxi multa dalla società per il difensore camerunese.

Rispondi