Palazzo Scanderbeg torna a splendere

di Luca Forlani –

Alzi la mano chi non ha mai sognato di passare una vacanza in un palazzo principesco. Tuttavia, le favole, purtroppo, sono lontane dalla realtà ma non è sempre così.

Ora a Roma – città celebre in tutto il mondo per la sua straordinaria bellezza, quasi onirica – è possibile soggiornare in un palazzo dove nel ‘400 dimorò il Principe Giorgio Castriota detto Scanderbeg. 

Costruito nel 1466, nella omonima piazza, per volere del principe, eroe, che lo scelse come sua residenza privata per i soggiorni romani. Le gesta dell’eroe nazionale albanese hanno ispirato addirittura Vivaldi, tanto che il famoso compositore, nel 1718, mise in atto a Firenze l’opera Scanderbeg

Del principe resta ancora oggi traccia nel ritratto dipinto sopra al portone d’ingresso. 

Palazzo Scanderbeg si trova in una delle più suggestive zone di Roma, a Fontana di Trevi, ed è una dimora senza eguali.

L’edificio è stato recentemente trasformato per accogliere ospiti da tutto il mondo. 

Nel 2016 è stato valorizzato grazie a un restauro conservativo che ne ha mantenuto il carattere, divenendo dimora accogliente e riservata per gli ospiti in visita a Roma. 

Una destinazione dove il fascino storico del palazzo e l’arredamento in stile contemporaneo di elevata manifattura convivono e si completano vicendevolmente. 

Il Palazzo si sviluppa su quattro piani in forme eclettiche cinquecentesche che ospitano 11 esclusivi appartamenti, tutti diversi l’uno dall’altro per ampiezza e struttura, alcuni con moderne cucine private attrezzate e terrazze con vista sui tetti di Roma.

Per gli appartamenti dal gusto sobrio e raffinato sono stati utilizzati materiali e componenti bioecologici nel rispetto di elevati standard qualitativi. 

I pavimenti sono stati realizzati con pietre naturali quali ardesia e peperino e con il prezioso legno delle briccole dismesse, i tipici pali della laguna veneziana.

Soffitti con travi a vista e pavimenti con briccole veneziane, fanno da cornice agli arredi di design sofisticato, creati dalle più importanti firme del Made in Italy

Non mancano servizi esclusivi, come il maggiordomo personale, lo “chef a domicilio” o il “discovery run”, un coach dedicato per scoprire le meraviglie e la bellezza di Roma facendo jogging.

Elementi originali e capaci di rendere il soggiorno presso Palazzo Scanderbeg un’esperienza indimenticabile. 

Infatti, la struttura è una dimora accogliente e finemente arredata, dove godere di una vera e propria “casa lontano da casa” nel cuore di Roma.

Le favole, spesso, possono divenire realtà. E la città eterna regala ancora la possibilità di sognare. 

Chissà che affacciandosi alla vicina Fontana di Trevi, non si possa incontrare Anita Ekberg chiamare “Marcello, come here!”.

L’imprevedibilità di Roma potrebbe regalare anche questo sogno a occhi aperti. 

Rispondi