Settembre si chiude con una settimana nera

Settembre si chiude con una settimana nera

3 Ottobre 2019 0 Di il Cosmo

di Fabiana Bianchi –

• Giovedì 26 settembre un ragazzo di 21 anni, originario del Congo, ha accoltellato un vigilante alla stazione Tiburtina di Roma per poi togliersi la vita. Il giovane lo ha colpito alla gola, ferendolo gravemente, dopodiché gli ha sottratto la pistola e si è sparato alla testa, uccidendosi. La polizia indaga per ricostruire l’accaduto.

• Venerdì 27 le piazze di tutto il mondo si sono riempite di studenti per la manifestazione a favore dell’ambiente “Friday for future”. In Italia sono state 180 le città interessate dalle manifestazioni e i partecipanti hanno stimato di essere circa un milione. La stessa Greta Thunberg, la giovane svedese che ha dato il via al movimento, ha ritwittato con frasi entusiaste diverse immagini delle manifestazioni provenienti dallo Stivale.

• Sabato 28 un tragico incidente è costato la vita a tre giovani. È accaduto nella zona di Ferrara: l’auto, condotta da un ragazzo di 23 anni, è finita contro un albero. Nello schianto hanno perso la vita i tre passeggeri, di 21, 23 e 28 anni. Il conducente dovrà rispondere dell’accusa di omicidio stradale plurimo. I primi esami condotti sul posto hanno evidenziato un tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti dalla legge. 

• Domenica 29 due fratelli di origine belga sono stati trovati senza vita in un hotel di Firenze. I ragazzi, di 22 e 27 anni, erano in vacanza insieme al papà e alla compagna. Nel primo pomeriggio, il papà è andato in camera loro e ha compiuto così la macabra scoperta. Accanto a loro c’erano delle bottiglie di birra e dei farmaci analgesici a base di oppio.

• Lunedì 30 i giudici hanno concesso la semilibertà a Rudy Guede, detenuto nel carcere di Viterbo per l’omicidio di Meredith Kercher, risalente al 2007. Il tribunale di Roma ha respinto l’istanza per l’affidamento ai servizi sociali, ma ha concesso la collaborazione con il Centro studi criminologici di Viterbo per alcune ore al giorno.

• Martedì 1° ottobre una ragazza è morta e altre dieci persone sono rimaste ferite in un attacco all’interno di una scuola in Finlandia. Uno studente di 25 anni è entrato in aula con una spada e un’arma da fuoco. I poliziotti, per fermarlo, hanno sparato e il 25enne è rimasto ferito.