Stragi e attentati segnano una settimana drammatica

di Fabiana Bianchi –

• La settimana di cronaca di Cosmo si apre all’indomani di una tentata strage. Giovedì 10 sono arrivate notizie più precise sul tentativo di attaccare la sinagoga ad Halle, in Germania. Durante la festività di Yom Kippur, la più importante del calendario ebraico, un 27enne ha preso di mira l’edificio di culto con armi automatiche e granate. Non è riuscito a entrare, ma ha ucciso due persone in strada. L’attentatore ha ripreso il suo gesto in 35 minuti di video, da cui si evince chiaramente la matrice antisemita. L’uomo è stato arrestato mentre era in fuga.

• Anche la giornata di venerdì 11 è stata segnata da un attentato. A Manchester un uomo di 40 anni ha accoltellato tre persone, apparentemente in modo casuale, nei pressi di un centro commerciale. Una di loro, un 50enne, è in gravi condizioni. L’attentatore è stato arrestato con l’accusa di terrorismo, ma al momento non è ancora stata determinata la matrice.

• Sabato 12 si è consumata una tragedia a Orta Nova, in provincia di Foggia. Un agente di polizia penitenziaria di 53 anni ha ucciso la moglie 54enne e le due figlie, di 12 e 18 anni, mentre si trovavano a letto. Ha quindi telefonato ai carabinieri, confessando il triplice omicidio e annunciando l’intenzione di uccidersi. Dopodiché ha rivolto l’arma contro se stesso e si è tolto la vita. 

• All’alba di domenica 13 un gravissimo incidente stradale è costato la vita a quattro giovani in provincia di Catania. In un tratto di strada statale già noto per la sua pericolosità, l’auto su cui viaggiavano in cinque è uscita dalla carreggiata, schiantandosi contro il guard rail e spezzandosi in più parti. Il guidatore, di 40 anni, è rimasto ferito. Gli altri quattro occupanti sono morti: si tratta di una giovane di 28 anni, un ragazzo di 20, un altro di 17 e una ragazza di 15 anni, tutti di Adrano.

• Lunedì 14 un ragazzo di 15 anni, di origini nordafricane, è stato fermato come “indiziato di delitto”. Il giovane si è costituito alla Questura di Trieste come responsabile di un accoltellamento in cui è rimasto gravemente ferito un giovane di 17 anni. L’ipotesi di reato è di tentato omicidio aggravato e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

• Sono almeno 12 le vittime di un naufragio avvenuto lunedì 7. Il relitto del barcone con i resti degli occupanti è stato trovato martedì 15, a sud di Lampedusa, a circa 60 metri di profondità. Fra i corpi senza vita individuati dai sommozzatori della guardia costiera, anche quelli di una giovane e di un bambino. Non si può escludere, purtroppo, che ci siano stati altri morti.

Rispondi