Trasformazione digitale e passaggio generazionale: se ne parla a Milano

Trasformazione digitale e passaggio generazionale: se ne parla a Milano

19 Dicembre 2019 0 Di il Cosmo

di Luca Forlani –

Lunedì 16 dicembre, presso l’Hotel Berna di Milano, si è tenuto l’incontro Le competenze del futuro per la tua impresa, organizzato da Confsalform, l’ente di formazione di Confsal, in partnership con Seraph. Una tavola rotonda dedicata ai temi della trasformazione digitale e del passaggio generazionale in azienda.

Confsalform organizza, progetta ed eroga, a livello nazionale, progetti formativi finanziati dal fondo interprofessionale Formazienda per le aziende che aderiscono.

L’ente raccoglie le richieste dei fabbisogni di competenze da parte delle imprese, attraverso una rete di referenti territoriali ed insieme le trasformano in progetti formativi destinati ai lavoratori e finalizzati allo sviluppo e alla crescita della produttività

Ad aprire la conferenza la Dott.ssa Elena Buscemi, Consigliere delegato al Lavoro e Politiche Sociali per il Comune di Milano: “occorre un percorso formativo di qualità in azienda, sia per formare che per aggiornare. Questo significa che tanti soggetti del mondo del lavoro devono collaborare insieme”. 

È poi intervenuto il Dott. Giuseppe Ossoli, consulente tributario e presidente del CDA di ProGeA Progetto Gestione Azienda: “oltre il 90% delle imprese in Italia sono micro-imprese: dobbiamo partire da questo se vogliamo comprendere il tessuto economico del territorio. In Lombardia, il micro-imprenditore non molla, in questo momento ha voglia di fare, ma ha anche fame di formazione. È qui che le istituzioni e gli enti devono intervenire: aiutarlo a staccarsi dall’operatività per fare formazione, passo dopo passo”.

La Lombardia, secondo i dati forniti durante la conferenza, è la prima regione a livello di digitalizzazione in Italia, ma è una delle ultime in Europa. 

La tecnologia, invece, nel lavoro può essere un ottimo alleato, come sottolineato da Luigi dell’Olio, giornalista e moderatore della conferenza. Addirittura, chi ha competenze tecnologiche può guadagnare fino al 17% in più della media. 

Andrea Latino, Consulente per la Trasformazione Digitale, sostiene che “innovazione (non solo digitale) e formazione digitale dei dipendenti siano le due chiavi vincenti per aumentare la produttività delle aziende”. 

Un ruolo fondamentale appare, dunque, quello della formazione. A spiegare con precisione questo punto è stato il Dott. Rino Piroscia, Presidente di Confsalform: “Gli imprenditori vanno formati, ma soprattutto informati. Se i datori di lavoro comprendono che facendo formazione ci “guadagnano”, sarà più facile per loro decidere di fare formazione in azienda”.

Le imprese dalla formazione possono trarre molti benefici.

“Prima di tutto, c’è da intervenire sui lavoratori occupati” sostiene Piroscia che prosegue: “se il tasso di occupazione è del 59,4% significa che le imprese non hanno strumenti e incentivi a sufficienza per mantenere in occupazione i propri lavoratori. Lepolitiche di sviluppo dovrebbero prevedere l’utilizzo pieno della formazione continua, abbinando ad esempio: incentivi fiscali a politiche formative di lungo periodo”. 

La trasformazione che deve investire il mondo dell’impresa non deve essere solo digitale, ma anche generazionale. Appare necessaria una nuova cooperazione inter-generazionale

“È impensabile che prima si diventava dirigenti a 30 anni e ora non è più possibile – sottolinea Latino – bisognerebbe seguire l’esempio della Germania, con le retribuzioni “a campana”: dopo i 50 anni, il picco di produttività inizia a calare, si lavora progressivamente meno e si guadagna anche meno, per aiutare i giovani ad entrare nel mondo del lavoro. In Italia questo approccio è ancora impensabile”.

Una conferenza che ha affrontato temi cruciali per il destino dell’impresa italiana. Una sfida non facile ma necessaria. D’altronde grandi trasformazioni richiedono persone competenti e coraggiose.